AMORE E INCONTRI

29 Settembre 2020
amore e incontri

Parlo spesso al femminile per esperienza diretta e perché molte donne si rivolgono scelgono SpiritualCoach® per migliorare la loro vita. Eppure non sono rari gli incontri con uomini, spesso professionisti, che si ritrovano a fare i conti con una vita piena di stress e relazioni complicate. Per la riflessione di oggi ringrazio un uomo e la sua manifesta sofferenza che ha voluto condividere con me.

Considerato che è impossibile vivere senza amare o essere amati, dall’amore dovremmo trarre nutrimento e valore per vivere un’esistenza serena. L’accesso a questa condizione è strettamente legato all’osservazione del pendolo che oscilla tra un amore privo di possesso e un amore carente, possessivo, dipendente e geloso. Gli incontri che facciamo durante il corso della vita ci dicono che non possiamo vivere senza amare e che anche la relazione più difficile e disgustosa non può essere trattata con indifferenza. Anche perché l’indifferenza è la maniera più subdola per evitare emozioni che vanno dalla paura alla rabbia e oltre.

Il grave problema dell’amore è l’incapacità di abbandonare le catene senza lucchetto che ci legano alle convinzioni tradizionali, come il credere che un amore sarà per sempre come lo abbiamo immaginato, senza possibilità di cambiare ed evolversi. L’ingresso per entrare in una relazione felice è acquisire una visione del tutto personale, fatta dall’essenziale e complicata capacità di conoscere profondamente sé stessi. Spesso ci approcciamo a una relazione senza sapere cosa vogliamo davvero, cos’è bene per noi, mossi da sensi di colpa che per anni continueranno a farla da padroni.

Un nuovo amore è come una creatura appena nata che necessita di considerazione, amore, bisogno di affetto, di riconoscimento, di nutrimento, di coccole e anche rimproveri e accettazione

Spesso quando siamo innamorati ricerchiamo negli altri ciò che non siamo in grado di regalarci, abbandonando lo specchio dove incontravamo il nostro viso, il suono della nostra voce, il profumo del nostro corpo. Ci concentriamo sull’altro e alle nostre regole mettiamo le sue per ottenere in cambio approvazione e ricompensa. Non c’è che dire! Siamo confusi riguardo all’amore e in cambio restituiamo le caratteristiche descritte nei film, nelle canzoni, nei romanzi rosa dove il batticuore, l’attesa, la rabbia, la gelosia, la malattia dell’anima e la delusione sono gli elementi che creano le fondamenta, senza i quali non c’è amore.

Ma l’amore non dovrebbe essere felicità, gioia, speranza, accettazione, accoglienza, abbondanza, fiducia? E poi c’è chi sostiene che dovremmo amare l’altro incondizionatamente a prescindere dalla cornice o dal particolare momento della vita in cui lo incontriamo, chiudendo gli occhi di fronte alla forte luce che potrebbe mostrarne i suoi lati oscuri

Gli incontri – ogni incontro – è sacro e ci può dare la chiarezza necessaria per vivere una relazione felice. E se alla base dell’amore ci fosse la capacità di renderci consapevoli che l’illusione di poterci distrarre dalle zone d’ombra ci porta dritti verso l’infelicità? E se in questo marasma inconsapevole dell’amore potessimo trovare il coraggio di costruire qualcosa di nuovo, un rapporto che sfida le leggi convenzionali e porta verso un futuro diverso? Da questo nuovo punto di vista la delusione potrebbe rappresentare una tappa importante per costruire legami significativi.

In un mondo di dualità, anche la delusione presenta due vie d’uscita. La prima è accettare la realtà e rendere l’amore più solido e profondo, indipendentemente se saremo ancora insieme o ciascuno per la sua strada. La seconda è negare la realtà e cercare un’altra persona con la qual ricominciare daccapo il gioco delle illusioni, senza prendersi il tempo di trasformare gli errori e le incomprensioni.

Ancora una volta la palla della scelta e della decisione è in mano nostra!

Qualcuno potrebbe pensare che l’amore visto da questa prospettiva perda quella nota romantica tanto cara soprattutto a noi donne. Vi assicuro che non è così! Ma questo è solo il mio punto di vista e se vorrai averne uno tutto tuo, dovrai scegliere e decidere di fare una nuova esperienza.

Da dove cominciare? Da te e da ciò che vuoi per la tua vita. Per un attimo lascia tutto il resto fuori, e vedi cosa accade. E se non fosse abbastanza, ti invito a trovare il coraggio di guardare profondamente dentro di te. Quando deciderai di farlo ci sarò, pronta a camminare con te per una nuova o rinnovata serenità. Se vorrai, mi trovi qui   spiritualcoach.it/contatti. E nel frattempo se ti va puoi seguirmi su Facebook.