uniti siamo piu forti
10 marzo 2020

È nelle difficoltà che l’ascolto attivo e coinvolgente è importante per far cadere le maschere dell’inganno e lasciare il posto alla verità. Di che pasta siamo fatti, lo scopriamo in quel momento dove l’allineamento tra pensiero e azione è profondo.

Ti sarai accorto che il genere umano si differenzia in due tipologie.

Da una parte c’è chi considera la vita come una continua lotta per ottenere qualcosa e fugge di fronte alle difficoltà.

Dall’altra parte c’è lo sviluppo ambizioso di nuovi modi per esprimersi nonostante gli eventi, traendo vantaggio da ciò che è in grado di fare con gli strumenti che ha a disposizione.

Questi ultimi sono individui che hanno sviluppato un senso dell’ascolto a trecentosessanta gradi. Ciò che li caratterizza e muove, arriva dalla fiducia di poter vivere una vita piena e ricca in ogni senso, nonostante le difficoltà.

Di fronte ai problemi si pongono domande,e sono cacciatori seriali di nuove modalità per essere felici. Hanno imparato ad alzare l’asticella della felicità superando i limiti personali.

Entrare in contatto con loro, è una benedizione

Non sono mosche bianche: ne conosco molti così. Sono gentili nel cuore e sanno accogliere la preoccupazione, la fragilità, il pianto, la paura e la rabbia, proprie e altrui. Conoscono l’importanza delle emozioni e non scartano nulla della loro esistenza. Sanno che l’ascolto di ogni emozione può essere un bene per capire se stanno guidando la loro vita o si lasciano guidare.

UNIONE vs SEPARAZIONE

Ecco cosa dev’essere sviluppato in questo momento: la gentilezza di un pensiero più ampio e propositivo che dipana la fitta matassa del lamento e della paura. È il momento di valutare e riscrivere il concetto di spiritualità, togliendola dal conflitto e dalla separazione e iniziando ad usarla in maniera dinamica.

Non dovrai mai dimenticare che la fetta più importante del tuo benessere sotto ogni aspetto, appartiene a una visione più ampia della vita, unita sempre ad A.I.C.® (Alza Il Culo) adeguati

Quando l’ascolto profondo è disattivato, la spiritualità diventa un’astrazione e perde tutta la sua magnifica concretezza. Vorrei archiviare con te una volta per tutte queste false credenze, e proporti un punto di vista differente. 

Da una parte c’è la spiritualità ingombrante, impegnativa, spesso associata in maniera così esclusiva alla religione da rimanere un concetto astratto, dall’altra diventa il principio di ogni cosa.

L’ascolto profondo ti fa sperimentare una spiritualità attiva, che spinge in avanti i pensieri andando oltre la separazione, verso la vita e le sue esperienze

Se parti da qui, farai esperienza di una spiritualità presente e attiva. Non sarà una serie di pensieri astratti seguiti da esperienze che non sai da dove sono arrivate. Diventerà una concretezza che si esprime nel denaro come nei tramonti, nelle idee come nelle azioni, nella paura così come nell’amore.

Hai disimparato la naturalezza di comunicare con la tua parte profonda. È ora di ricordare che non ti sei mai allontanato dal tuo Creatore e neppure dalla Creazione. I momenti bui sono fatti per essere illuminati da una nuova luce, e ogni volta che sei nel dubbio su cosa fare, puoi pensare che Dio è in te.

Come scritto in Un Corso in Miracoli, Egli mi guida e conosce la via che io non conosco. Ma Egli non mi nasconderà mai ciò che vuole che io impari. E così confido che Lui mi comunicherà tutto ciò che conosce per me

Mai come di questi tempi è necessario mettere sullo stesso piano la concretezza delle azioni quotidiane e la fede per un nuovo modo di essere spirituali.

Uniti possiamo essere migliori

Contattami

Lucia Merico

online

Come posso esserti d'aiuto?

Scrivi un messaggio
brand-whatsapp

Ultimi eventi