PER RELAZIONI MIGLIORI CI VOGLIONO DOMANDE MIGLIORI

15 giugno 2021
per relazioni migliori ci vogliono domande migliori

Sono sicura che ti sarà successo di vivere una situazione dove ti sei trovato di fronte a un bivio, ma di non sapere dove andare, se a destra o a sinistra. E sei rimasto lì, fermo, immobile ad attendere che qualcuno lo facesse per te. In tutte le relazioni, di qualunque tipo si tratti, ci sono momenti come questi, inaspettati, che complicano la vita, confondono e mettono sotto pressione. Si spera non arrivino mai e quando succede non li accogliamo a braccia aperte.

Di fronte a una scelta, a volte ci lasciamo condurre dall’istinto, altre volte dai pensieri che cominciano a discutere tra loro: «Se faccio così e poi non va bene? Forse è meglio non fare niente. E se poi rimango sola? E se lei mi lascia? Se il nuovo lavoro non m piace?»  

Quando una persona si trova a dover prendere una decisione, generalmente la mossa più adottata è quella di chiedere a qualcun altro cosa dovrebbe fare. E questo va bene se vogliamo acquisire qualche informazione o idea in più da prendere in considerazione. Bisogna in ogni caso ricordare che nessuno ci può decidere per noi.

Ti racconto cos’è accaduto tempo fa con una cliente per un problema di relazioni. Non riesce a decidere cosa fare. Ha investito molto tempo e denaro per avviare la sua attività, e ha scoperto di avere una socia che fa poco o nulla. La sostengo nel far luce su quali fossero i motivi che l’avevano portata sino a quel momento, e tra una chiarezza e l’altra la invito a prendersi del tempo per rispondere ad alcune domande. «Quali sono le strade che posso prendere? Ciascuna di esse dove mi porta? Come mi sento a percorrerle? A quel punto, coi dettagli messi nero su bianco, poteva compiere la scelta più conveniente per lei in quel momento

Quando ti relazioni con le situazioni, qualunque esse siano, devi tenere bene a mente un passo importante: le domande che ti poni determinano la persona che diventerai

Oggi se ti va, presta attenzione ai pensieri e nota le domande che ti arrivano durante la giornata. Alcune saranno semplici come «Arriverò in tempo all’appuntamento? – Dovrei dire al mio collega che ha la cerniera dei pantaloni abbassata? Chissà se è giusto fare quella cosa oppure no.» Altre saranno un più impegnative come per esempio: «Cos’è che non va in me? Perché mi succede sempre questa cosa? Perché non riesco a dimagrire? Perché non ho una relazione felice?».

Ecco, saranno proprio queste le domande che contribuiranno ad abbassare di parecchio il tuo valore e la tua energia e sai perché? Non sono domande di qualità

Quando ti fai una domanda il subconscio cerca la risposta, proprio come una banca dati. Se ti chiedi per esempio perché finisci sempre per sabotare le tue relazioni, il tuo subconscio risponderà più o meno questo: «Hai pessime relazioni perché è quello che meriti» o altre risposte distruttive. Lui (il subconscio) non mette in discussione la tua domanda: si limita a rispondere. Dunque, quanto è importante formulare domande adeguate? Perché le domande che hanno inclinazioni negative prevedono risposte adeguate.

Difficilmente troverai soluzioni. Altrettando difficilmente migliorerai le tue relazioni e sicuramente rafforzerai il vittimismo aumentando il problema

Tutte le volte che ti trovi di fronte a domande dove ti stai chiedendo: «Perché questa cosa è successa proprio a me?» cadendo nel vittimismo e nella lamentela, le potrai sostituire con: «Quale valore posso trovare in questa situazione?». Un quesito nobile e positivo può essere a volte ancor più efficace di qualunque affermazione perché induce ad agire sentendo di avere il controllo della situazione. Ti stimolo a diventare autore ed esploratore della tua vita ponendoti domande nobili: «Cosa posso fare in questo momento per sperimentare più amore e abbondanza? Quale strada posso intraprendere per arrivare al mio obiettivo?»

Con le domande nobili, la tua mente non metterà mai in discussione la premessa che già stai sperimentando amore e abbondanza nella tua vita, e provvederà a donarti situazioni adeguate alla tua richiesta

Oggi usa la fantasia e amplifica la tua giornata arricchendola con richieste positive che possono portare ancor più valore nella tua vita. Lasciati ispirare dall'immaginazione e inizia sempre le tue domande con un potenziante «come posso fare» anziché un lamentoso «perché proprio a me». E se ti andrà di sperimentare, non esitare a raccontarmi com’è andata.

Lucia lucia-gold

 

 

Qui trovi gli eventi estivi di ► SpiritualCoach 

Qui trovi gli altri articoli di ► Istruzioni di felicità

Qui trovi le Rubriche ► Il Caffè della Consapevolezza e Le Relazioni im-Possibili

Qui puoi acquistare l'eBook ► Maledetta Primavera - Quando una relazione riprende vita