LE RELAZIONI FELICI COMINCIANO DA NOI

12 agosto 2021
le relazioni felici cominciano da noi

Ciò che stai per leggere è rivolto al femminile sempre declinabile al maschile, come piace dire a me. Dunque non importa se sei donna o uomo a leggere perché la conoscenza non è questione di genere ma di volontà.

Quando intrecciamo relazioni sane e attente col nostro magnifico corpo e cominciamo ad ascoltarlo, scopriamo che ci aiuta a scegliere come vivere nel mondo. I segnali di piacere, dolore, fastidio, intolleranza ci fanno crescere nella consapevolezza di quello che amiamo e di ciò che ci risulta sgradevole. Se pensiamo all’educazione femminile in particolare, possiamo notare che ci sono divieti è severità maggiori rispetto a quella maschile. L’influenza di questa severità potrebbe averci rese sorde e cieche rispetto ai bisogni del nostro corpo, rallentando e inibendo l’esplorazione fisica del mondo e delle relazioni.

Se siamo state allontanate quando chiedevamo abbracci, se l’igiene ci è stata imposta come un compito fastidioso invece che una risorsa per rendere il nostro corpo più piacevole, se siamo state sottoposte a divieti continui in diverse aree dell’esistenza, potremmo vivere anestetizzate dai condizionamenti e dovremo ricostruire i passi della conoscenza per ritrovare la sensibilità perduta. Perché quando la nostra pelle è piena di divieti che fanno scattare continui campanelli d’allarme, saranno solo le emozioni forti che sentiremo, quelle che non possiamo controllare, quelle che ci fanno perdere la testa.

E non è mai sano perdere la testa anche se sembra molto romantico

Le relazioni diventano come trappole nelle quali ci rifugiamo per avere conforto. E cosa troviamo? Tutto ciò che comporta l’essere bloccati in una trappola con conseguenze che potrebbero protrarsi nel tempo. Quando invece siamo padrone del nostro corpo, anche le relazioni ne traggono vantaggio. Ascoltandolo – il corpo – potremo decidere cosa è bene per noi e se scegliere o rifiutare una determinata condizione.

Ma per fare ciò abbiamo bisogno di conoscerlo e di amarlo sentendo ogni piccola emozione e sfumatura nell’assoluta certezza che non c’è nulla di sbagliato in noi, ma solo scelte e decisioni che possiamo scegliere liberamente

È un gran lavoro l’ascolto, necessario e coinvolgente. Accoglie e ingloba tutto il mondo delle relazioni rendendoci finalmente consapevoli di essere le autrici dei nostri giorni. Una tale consapevolezza è la base per relazioni felici. Entusiasma sentire nuovamente il sangue scorrere nelle vene, il cuore che pulsa, il calore sul viso per l’emozione, l’eccitazione e la voglia di abbracciare ed essere abbracciate senza ritegno né vergogna.  

Nel racconto La profezia della curandera, Mama Maru spiega a Kantu che comprendere la potenza che risiede dentro di lei la porterà ad alzare la testa per guardare gli altri con amore e dolcezza e agire con serenità e determinazione. Quando impariamo ad ascoltare il nostro magnifico corpo, siamo padrone di noi stesse e ogni aspetto della vita migliora.

Non solo: saremo in grado di essere degli esempi per tutte le persone con le quali condividiamo le nostre giornate

Entrare in connessione con le donne mi viene facile perché ne comprendo gli stimoli e gli inganni. Anche se sembriamo differenti e sembrano diverse le relazioni, in verità nuotiamo tutte nello stesso mare. Il mio personale sentire è che, conoscendoci più profondamente, saremo in grado di dare informazioni più sincere, prima di tutto a noi stesse.

Ho alcune proposte che potranno aiutarti a rinnovare la visione che hai di te stessa, come per esempio il residenziale annuale La Danza della Vita, il Laboratorio a scopo benefico OnLine Donne che corrono coi lupi o le sessioni individuali

Qualunque cosa tu scelga di fare, ricorda di aggiungere sempre un po’ di attenzione e consapevolezza.