CONSAPEVOLEZZA E APPRENDIMENTO

5 ottobre 2019
consapevolezza e apprendimento

Ieri ho parlato con due persone in momenti differenti della giornata, ed entrambe hanno un figlio con problemi d’apprendimento. Mi sono fermata è ho riflettuto su ciò che la vita mi stava mostrando, e lo voglio fare anche con te stamattina mentre prendiamo il nostro caffè.

Le nuove generazioni hanno bisogno di adulti rinnovati, più consapevoli e profondamente capaci di conoscere e trasformare sé stessi. Non possiamo offrire vecchie istruzioni e pretendere che i bambini e gli adolescenti possano vivere in un mondo nuovo.

È facile mettere un’etichetta: DSA Disturbo Specifico dell’Apprendimento. È facile attribuire la responsabilità a un bambino di essere «troppo vivace» e sedarlo col farmaco del momento. È facile zittirli quando si ribellano perché non hanno altro modo per raccontarci il loro malessere e noi sempre meno tempo di ascoltarli. Preferiamo restare nell'ignoranza e delegare ad «agenti esterni» la responsabilità piuttosto che metterci in discussione e comprendere che si insegna sempre e solo con l’esempio.

Se vogliamo entrare nell’era della felicità abbiamo il dovere di rinnovare le nostre personali “istruzioni interiori”, innalzare la consapevolezza diventando modelli nuovi e portatori sani di benessere interiore ed esteriore. E non importa se siamo madri, padri, in coppia o single, se ci piacciono oppure no i bambini, se abbiamo un’idea di relazione convenzionale o divergente. È il futuro dell’umanità che stiamo istruendo col nostro modo di essere!

Prendo le parole di Maria Montessori per chiudere questa riflessione “Se v’è per l’umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potrà venire che dal bambino, perché in lui si costruisce l’uomo”.

Se vogliamo vedere un mondo nuovo, più ricco, affascinante, sereno, felice, amorevole e pacifico dobbiamo prima di ogni cosa imparare a rinnovare noi stess*. Questo è il mio pensiero scritto di pancia. E tu hai voglia di raccontare cosa ne pensi intanto che ti preparo il caffè?

La tua SpiritualCoach®