CONSAPEVOLEZZA E INCONTRI CON LA VITA

27 aprile 2020
consapevolezza e incontri con la vita

La vita è un insieme di occasioni ed esperienze massime e supreme. Accade di entrare in sintonia con una “certa” circostanza che ci mostra cose che abbiamo ignorato fino a quel momento. In quell'istante si apre l’universo e il nuovo arriva nella nostra vita. Sono incontri sgradevoli il più delle volte, che ci fanno arrabbiare, un disagio che spesso fatichiamo ad accettare. Avevamo creato una parvenza di solidità, una ritualità quotidiana che, tra un lamento e una soddisfazione, scandiva le nostre giornate. Ci eravamo dimenticati dell’imprevisto, strepitoso e spaventoso allo stesso tempo, e adesso non sappiamo quali saranno gli incontri che faremo.

Ricominciare da capo, è questa la storia, prendendo quello che avevamo e rinnovandolo. Cos’è rimasto di buono che possono utilizzare? Cosa invece non è più utile in questa situazione? Non smettiamo mai di crescere. È la vita che lo impone e senza nessuno sforzo ci mette a disposizione occasioni ed esperienze

Se vogliamo discutere di consapevolezza dobbiamo prima di tutto osservare che non è solo questione d’intelletto, come studiare a memoria una poesia, ma soprattutto di pratica. È bello poter dire a parole come dovrebbe essere un cambiamento, ancor più entusiasmante è metterlo in atto con azioni concrete. Si può fare, e viene ancor meglio quando ci rendiamo disponibili a guardare le emozioni che filtrano la nostra creatività. I futuri che immaginiamo sono prima di tutto incontri con il nostro presente, dove facciamo una cernita accurata di cosa tenere e cosa lasciar andare.

Tutto è possibile. In special modo è possibile e necessario creare nuovi paradigmi basati su scelte differenti da quelle che conosciamo. Possiamo mettere da parte i vecchi messaggi, sempre gli stessi: «Questi sono i tuoi limiti: puoi fare questo ma quest’altro no!» Se ascoltiamo bene non è la nostra voce a dirlo, ma qualcuno che voleva modellarci a sua immagine e somiglianza, e al quale abbiamo risposto «Sì, hai ragione». Questo è l’errore da correggere, l’imperfezione che ci porta verso la strada maestra della conoscenza di noi stessi.

Da qui possiamo far partire nuovi incontri con le idee, acquisendo consapevolezza e smettendo di essere vittime degli innumerevoli virus mentali che sembrano impedirci di accedere a una completa realizzazione di noi stessi.  Nessun memo o genio o maestro o guru o altra cosa materiale ha potere su di noi, a meno che non glielo concediamo.

Tutto è possibile

Non è più tempo di seguire linee di guida altrui. Si tratta dunque di trovare chi ci aiuta a diventare maestri di noi stessi. Dobbiamo imparare a dire: «Aspetta un attimo! C’è qualcosa che va al di là di quello che sto osservando e come prima cosa voglio indagare a fondo.»

UN’INFINITÁ DI INCONTRI CI ASPETTANO

Quando un bambino è intento nella sua osservazione, si perde in ciò che fa, perché tutta la sua attenzione è rivolta a cosa sta osservando e a nient’altro: quello è il suo tempo presente. Quanta conoscenza porterà l’esperienza che sta facendo? Come sarà il suo sguardo quando incontrerà il nostro? Ha appena fatto una scoperta, la luce della conoscenza è entrata in lui e il suo entusiasmo sta cercando conferma. Accogliere quell'entusiasmo o ignorarlo sarà determinante per la sua vita come adulto.

Cosa ci sta ricordando? La vita che scorre, la gioia di fare scoperte nuove, il bene di non dare nulla per scontato. In questo mi ritengo privilegiata di poter cogliere la scintilla di tempo presente negli occhi delle persone che incontro durante i corsi e le coaching individuali. Mi ricordano chi sono e di rimando loro ricordano la loro unicità.

Per rinnovare quella memoria, condivido con te una poesia sanscrita che ti suggerisco di leggere la mattina al risveglio. Mentre la leggi, appoggia una mano sul cuore, ascoltane il battito e sentilo espandersi nell'universo infinito. Vivi le parole del messaggio portandole con te nella quotidianità e diventa un esempio per ogni persona che incontrerai. E se i tuoi occhi incroceranno quelli di un bambino, lì troverai la profondità di queste parole, perché loro non le hanno ancora dimenticate e sussurrarle ti aiuterà a ricordare.

Osserva questo giorno,

perché è la vera vita.

Nel suo breve svolgersi

stanno tutte le verità e la realtà

della tua esistenza:

la gloria dell’azione,

la gioia di crescere,

lo splendore della bellezza,

perché ieri è solo un sogno

e domani una visione;

ma l’oggi vissuto bene

rende ogni ieri un sogno di felicità

e ogni domani una visione di speranza.

Osservarlo bene, allora, questo giorno

(Kalidasa)

 

Gli incontri di SpiritualCoach® sono in continuo rinnovamento, oggi più che mai. Eppure la missione, la visione e i suoi valori rimangono sempre gli stessi, così come rimane inalterata la missione personale che ogni giorno rinfresco con nuova energia, quella di rendere evidente lo splendore che è in te affinché tu possa mostrarlo al mondo.

La tua SpiritualCoach®

 

(Foto da Unsplash)