CONSAPEVOLEZZA E PICCOLI MIRACOLI

28 novembre 2019
consapevolezza e piccoli miracoli

Se stai leggendo, magari mentre sorseggi il tuo caffè, stai vivendo un attimo di tempo presente. Non possiamo vivere nel passato e neppure nel futuro. Ciò che invece è possibile è consumare il presente pensando al passato o cercando di immaginare il futuro.I sensi di colpa sono nel presente, l’ansia la provi adesso e nel presente ti senti felice, hai fiducia, sei al settimo cielo, nervos*, spaventat* e qualsiasi altro stato d’animo. Tutto sempre e solo nel presente.

Il solo modo per vivere da persone libere è considerare che possiamo farlo pienamente solo e sempre nel momento presente, prendendo coscienza di quello che abbiamo, modificandolo o rinforzandolo

Possiamo respirare pienamente l’oggi oppure preoccuparci del passato o del futuro, e lo faremo sempre e solo nel presente. Ogni cosa che scegliamo, che sia benevola o invalidante, che arrivi dal passato o proiettata nel futuro, sarà sempre vissuta nel qui e ora.

Il presente è la forma più autentica di saggezza (citazione)

Quando cambiamo paradigma, stiamo alterando l’ordine temporale che ci fa rinascere a nuova vita. È un piccolo miracolo, un cambio della normale percezione, un’affermazione di rinascita che sembra tornare indietro nel tempo, ma che in realtà va avanti: disfa il passato nel presente, e libera il futuro.

Investiamo molto nel passato credendo che sia l’unico aspetto significativo del tempo. Mettiamo l’accento sulla colpa e in questo modo ci assicuriamo la sofferenza. Non ci accorgiamo, ma in questo modo stiamo rendendo il futuro uguale a un passato che già conosciamo. Gli cambieremo forma, ma l’esperienza che vivremo avrà lo stesso gusto amaro dell'infelicità. Più siamo in grado di vivere pienamente le giornate nel loro divenire, più ci avviciniamo a una vita senza barriere. Se in questo momento ti senti depress*, stai consumando il tuo presente, preoccupat* per qualcosa che è già successo o che potrebbe accadere. Di qualunque cosa si tratti, stai usando la tua energia per stare male.

Ora immagina di immergerti totalmente nel presente, magari facendo qualcosa che ti appassiona: proveresti ancora depressione? Quando usiamo le nostre energie al meglio delle nostre possibilità, non c’è spazio per il malessere.

Più ci allontaniamo dal nostro presente, più siamo infelici. Allo stesso modo, più viviamo nella pienezza del qui e ora, maggiore sarà la nostra capacità di uscire velocemente dalla sofferenza

Il potere di essere creatori della nostra realtà è sempre presente. Lo possiamo usare per liberare il passato o tenerlo in ostaggio, e la scelta che faremo determinerà la nostra esperienza, liberando o mantenendo legata a noi ogni persona coinvolta e tutte le emozioni connesse.

Ti lascio con un passaggio di Un Corso in Miracoli, a chiusura di questa breve riflessione sul tempo presente:

La guarigione non può essere compiuta nel passato. Deve essere compiuta nel presente per dare via libera al futuro. Questa interpretazione lega il futuro al presente ed estende il presente anziché il passato. Ma se interpreterai la tua funzione come distruzione, perderai di vista il presente e resterai attaccato al passato per assicurarti un futuro distruttivo. E il tempo sarà come tu lo interpreterai, perché di per sé non è nulla

Che sia una splendida giornata vissuta nel presente.

La tua SpiritualCoach®