CONSAPEVOLEZZA E RISPETTO PER SE STESSI

4 dicembre 2019
consapevolezza e rispetto per se stessi

La vita deve avere un significato. Senza di esso è solo sopravvivenza. Ad alcuni verrà facile ricercarlo nel lavoro o nelle attività del tempo libero, ma saranno pochi coloro che avranno la necessità di attribuire un senso di scopo per rendere la vita significativa.

Se non siamo stati allenati da bambini, potrebbe risultare difficile in età adulta definire il nostro scopo della vita. Possiamo cominciare col ricercarlo non tanto in quello che una persona fa – come nel lavoro per esempio – ma come impara a vivere e a sviluppare le sue attitudini. Se lo scopo della sua esistenza è essere felice, dovrà imparare a conoscere la vita nella sua interezza, andando oltre la soddisfazione personale, fino a comprendere che il suo comportamento non può interferire con la felicità altrui.

I suoi valori e l’etica non saranno egoistici, ma generosi. Dal momento che permettere e assicurarsi la felicità dà una soddisfazione interiore e crea un clima esteriore portatore di futuri scambi, gioisce profondamente nel vedere la felicità altrui, considerandola un arricchimento per la sua stessa vita

Molti invece, per misurare il grado di felicità e autorealizzazione, si servono di oggetti materiali, perché accumulare una gran quantità di beni definisce il livello del loro successo. Nulla di male in tutto questo, se integrato con l’aspetto più sottile della storia personale: il collegamento con l’anima. Perché è quel collegamento che rende una persona davvero libera e soddisfatta.

Chi è senza barriere sa che per cambiare il mondo deve cambiare il suo modo di pensare

Ciascuno di noi, a qualunque età, ha l’opportunità di sviluppare dentro di sé il rispetto per la libertà e l’indipendenza, adottando un atteggiamento basato sulle mete interiori e allineato con lo scopo di vita. Dobbiamo trovare nell’ispirazione la nostra missione, e vivere per mantenere alti e luminosi i nostri valori, perché il comportamento insegna molto più che qualunque predica morale.

Avere uno scopo nella vita ci rende consapevoli che il rispetto per sé stessi è il valore principale. Quando guardiamo la vita da quel punto di vista, viene spontaneo adottare uno spirito di servizio per favorire la realizzazione delle persone che entrano in contatto con noi

Personalmente, è in questo spirito che scrivo i caffè quotidiani, gli articoli sul blog, i corsi, gli incontro e vivo ogni giorno della mia vita, a volte scivolando nei vecchi schemi, per rialzarmi ancor più forte di prima. Perché avere un senso di scopo ti porta a credere che le cose miglioreranno, ed è proprio questa propensione che ci spinge a realizzare i nostri progetti.

Siamo tutti in cerca di un significato, e quando lo troviamo cominciamo a vivere il mondo come un luogo sacro, dove ogni incontro è ricco di significato. Questo per me è il principio di ogni abbondanza.

La tua SpiritualCoach®