CONSAPEVOLEZZA, LAMENTI E CRITICHE NATALIZIE

26 dicembre 2019
consapevolezza lamenti e critiche natalizie

Cosa porta il Natale nel suo grande cesto generoso? Pace, gioia, serenità. Poi c’è l’abbondanza, la ricchezza. Cos’altro? La bontà d’animo, l’amicizia, la condivisione. Doni che dovrebbero contagiare l’intero pianeta per un giorno – o almeno qualche ora – e addolcire le lamentele e i disagi, ma non è sempre così.

Non è vero che a Natale siamo tutti più buoni, almeno non tutti, perché ancora una volta anche quest’anno, alcuni di noi hanno fatto cose per compiacere, per non discutere, perché si deve. E non è vero che «basta il pensiero»: col cavolo! «Due lire in più le poteva spendere per un regalo decente»

Sono diverse le critiche pensate (e a volte verbalizzate) durante le cene e pranzi di Natale. Ne raccolgo qualcuna e so già che sorriderai nel leggerle: «Ma come si è vestita? Sembra carnevale e non Natale – Lo sanno tutti che sono vegetariana e cosa mi prepara? Il risotto cotto nel brodo di carne – Poteva spendere i soldi in un altro modo invece di comprare sta schifezza che non posso neppure riciclare»

Proprio di questo voglio parlare: lamenti e critiche. Sapevi che lamentarti prolunga il problema e lo rende infinito, carico di preoccupazioni inutili? Se occupi il tuo tempo col lamento, come potrai far entrare qualcosa di buono nella tua vita?

La logica della mente dice che non puoi focalizzarti sulla soluzione se ti lamenti in continuazione

È vero, alcune situazioni sono fuori dal nostro controllo e a volte ci troviamo totalmente coinvolti senza che ce ne accorgiamo, e questa è la notizia cattiva. La buona notizia è che possiamo scegliere quale reazione avere, perché è in nostro potere sempre. Anche se siamo inciampati in una situazione perché eravamo disattenti, possiamo sempre rialzarci e far accadere qualcosa di diverso partendo proprio da quella stessa caduta, perché è da lì che ricominciano le situazioni.

Se anche tu hai qualcosa da dire sulla giornata di ieri, non sprecare tempo e vivi al meglio quella di oggi, facendo cose che ti fanno stare bene, stando con persone e mangiando pietanze che ti portano pace e armonia

Oggi metti da parte i lamenti e le critiche scegliendo per te stesso, e magari fallo anche domani, dopodomani, e i più coraggiosi si possono allenare fino a Capodanno e oltre. Buon giorno di Santo Stefano a tutti e felice onomastico a chi porta questo nome.

La tua SpiritualCoach®