DA FARE

13 luglio 2022

RELAZIONI

Sei creativo più di quanto immagini e forse ancora non lo sai. E quando non riesci ad esserlo e con testardaggine ti ostini a fare ciò che dovresti invece cambiare, ci pensa la vita.

Prendi ad esempio un momento dove hai bisogno di fermarti dopo aver trascorso una settimana di residenziale e relazioni con dieci donne meravigliose, ma ti ostini a non farlo. Vuoi ripartire subito, performare, essere sul pezzo perché c’è tanto da fare. Quindi non rallenti. Anzi: pigi sull’acceleratore ancor di più. E la vita che fa? Ti rallenta la WiFi, e il gioco è fatto. Tra imprecazioni, una piccola spintarella e qualche riflessione, ti accorgi che il mondo va avanti anche se tu rallenti.

Mettere in moto la fiamma della creatività è fondamentale soprattutto nei momenti in cui le situazioni sembrano prendere un’onda differente da quella che ci aspettavamo. E anche se il mondo ruota intorno agli obiettivi, ai risultati e alla produttività, ciascuno di noi necessita di momenti in cui essere completamente libero, un posto dove potersi abbandonare per scoprire la propria anima.

Basterebbe avere uno spazio nella propria casa dove potersi ritirare in pace e meditare, scrivere, leggere o anche arrabbiarsi per poi riprendere il contatto con sé stessi.

Perché la creatività è essenziale per aprirsi alle idee e a nuove relazioni, anche se a volte sembrano folli o impraticabili

L’immagine alla quale possiamo far riferimento è quella di aprire delle porte chiuse oltre le quali si trovano infinite possibilità, da accogliere senza giudizio o pensieri che possano in qualche modo invalidarne il loro fiorire. È un fatto che, quando siamo in un momento davvero creativo, è come se il tempo si fermasse per farci entrare in una dimensione che ci trasporta oltre le abitudini quotidiane.

Essere creativi è un’apertura verso la soluzione dei piccoli o grandi problemi che si manifestano inevitabilmente nella nostra vita. Mi piace pensare che ogni problema è uno stimolo per farci entrare in relazioni nuove con parti di noi che ancora non hanno avuto modo di esprimersi.

Ma ora basta con le fantasie. Passiamo all’azione!

Se hai una difficoltà, entraci dentro con tutto te stesso e fai una lista di tutto quello che rende pesante quel momento. Poi domandati se sei disposto a rinunciare a quel peso e con cosa lo potresti sostituire. Infine agisci: un’azione piccola ma concreta. Per esempio, rispondere con un «no» quando – per paura o senso di colpa – avresti voluto dire sì.

Se vuoi riportare in armonia le tue relazioni, consapevolmente rinuncia a tutto ciò che appesantisce la tua vita e lascia che la linfa creativa scorra liberamente, trovando modi diversi per fare le cose più banali. La creatività fluisce quando esci dagli schemi che hai percorso un’infinità di volte per apparecchiare la tavola, leggere un libro, preparare la cena o percorrere la stessa strada quando vai in ufficio.

Se impari a vivere nella creatività puoi scoprire che ogni problema, qualunque difficoltà è una fucina di soluzioni