UN VESTITO TROPPO STRETTO

10 luglio 2021
un vestito troppo stretto

In tutte le relazioni e senza dubbio a nessuno piace soffrire o essere infelice e questa è una certezza, eppure non tutti viviamo relazioni felici. Eppure ci sono persone che per anni si alzano tristi e di cattivo umore per raggiungere il posto di lavoro, altre rimangono accanto a un partner tollerandolo appena, C’è chi stringe legami solo per pura convenienza e chi si ammanta di rimpianti per aver o non aver fatto qualcosa restando imprigionato nel lamento.

Cos’ha di attraente e vantaggioso la sofferenza se di fronte a malesseri di ogni genere ci fa restare anziché chiudere la porta e ricominciare?

E l’aspetto più invisibile è che ogni sofferenza personale si propaga intorno a noi, contaminando le persone con le quali entriamo in contatto. Quanto ci potranno sopportare? Sarà amore il loro ascolto o un lontanissimo eco di compassione?

Il piacere di cui parlo che spesso abbiamo nell’intrecciare relazioni di questo genere, è un vantaggio che abbiamo individuato e che ci permette di ottenere ciò che desideriamo. Se un individuo vuole essere amato e ammalarsi le ha dà la soddisfazione che sta cercando, sceglierà la malattia tutte le volte che l’intensità dell’amore e delle attenzioni calerà.

Se questa persona vorrà davvero ricevere amore, dovrà trovare un altro modo per farlo e il primo passo sarà abbandonare la malattia, il suo modo malato di chiedere amore

L’inversione è cioè il passaggio da una condizione conosciuta a un’altra totalmente nuova non viene quasi mai compiuto a mani basse. C’è resistenza, paura e un addestramento alla sofferenza che forse dura da molti anni. È come indossare un vestito stretto e logoro, ma senza quel vestito siamo nudi di fronte al mondo: meglio tenerselo stretto. Eppure nel momento in cui iniziamo a scucire il vestito, ci accorgiamo di ricominciare a respirare. E se abbiamo il coraggio di continuare a respirare sempre più profondamente tanto da far saltare le cuciture una dopo l’altra senza strappi violenti, ecco che trovarci senza nulla addosso sarà una liberazione.

Per cui i passi per avere relazioni più felici sono prima di tutto accorgerci di indossare un vestito scelto da noi e che è sempre stato stretto, ma all’inizio andava bene così. Considerare che possiamo scegliere la stoffa, cucire e indossare tutti i vestiti che vogliamo, adatti a qualunque situazione. Togliere con cura il vestito stretto e riporlo nell’armadio delle esperienze per indossarne uno nuovo.

Il risultato sarà quello di sentirci bene nei nuovi abiti e anche chi ci guarderà potrà godere di questa bellezza, e magari chiederci come abbiamo fatto

Nessun tipo di sofferenza o rinuncia potrà mai garantirci l’amore, e questa è una certezza. Per uscirne vincenti e felici potremo invece usare proprio quelle relazioni stravolte e farle diventare la leva per andare oltre il disagio che proviamo. Ogni lato ombra della nostra vita ha in sé una luce e sta a noi scegliere di trovarla. Il Mistero dell’Ombra per esempio ti darà tutti gli strumenti per farlo serenamente e consapevolmente e se vorrai unirti a noi dal 20 al 22 Agosto 2021 lo potrai sperimentare.

Ti lascio qui un po’ di informazioni ► www.spiritualcoach.it/appuntamenti/il-mistero-dell-ombra-residenziale - Nel frattempo comincia subito e fai il primo passo verso la felicità accorgendoti di quanto è stretto il tuo vestito.