LE RELAZIONI, PALESTRA DI VITA

8 maggio 2020
le relazioni palestra di vita

Stamattina mi sono svegliata con in testa una frase che continuava a tornare a rotazione, come quei ritornelli che ti capita di sentire una volta e la mente non riesce più a smettere di cantare

Non insegnare a nessuno quello che tu non vorresti essere

La palestra più importante in assoluto dove imparare di cosa tratta la vita sono le nostre relazioni, l’unica palestra nella quale allenarci alla vita. E in questo periodo così assurdo, intrigante, disperato e affascinante, ho iniziato a mettere in discussione parecchi aspetti della mia vita. «Ma come, dopo tanti anni di crescita personale e spirituale sei ancora lì a mettere in discussione?» Che sia piacevole oppure no, è proprio il crescere che lo impone. Nuovi semi, nuove cure, nuovi raccolti e nuovi fastidi da gestire. Ho provato un senso di inadeguatezza rispetto a certe relazioni e il lavorio mentale era fuori controllo. Cosa ho fatto? L’ho assecondato e la sensazione era di essere posseduta da due persone: una in pace e l’altra furiosa.

Quando la parte di mente dove dimorano le sicurezze è sottoposta al cambiamento, l'ego si intrufola facendo un ottimo lavoro di distruzione. È facile per l’ego rendere tutto difficile, è il suo scopo perché non ama né la semplicità né la pace. Infatti la sua frase preferita è «cerca ma non trovare» che è il suo modo per dire «non allontanarti troppo da me» Questo è il motivo per cui a volte cerchiamo soluzioni senza trovarne quando invece dovremmo prendere coscienza che non esiste problema senza soluzione. Anzi, il problema è la soluzione!

Combattere non è sempre la scelta giusta, almeno questo è ciò che penso. Va bene invece la determinazione rimanendo saldi in ciò che crediamo

La scelta della tranquillità necessita di lotta e di abbandono. La lotta serve per imboccare una strada nuova, e l’abbandono a far si che le cicatrici possano guarire. È un ritorno all’amore necessario per tutte le relazioni, e quando la terra sulla quale abbiamo camminato sarà smossa e fatta respirare, potremo conoscere la fonte della vera guarigione della mente e del corpo, per dare così allo spirito la possibilità di manifestarsi. 

Nuovi amici arrivano quando smettiamo di corteggiare i nemici. Non appena scegliamo di farlo, guardiamo agli altri non per quello sembravamo ma con lo stesso amore con cui vorremmo essere guardati

La nostra meta è quella di amare non come bambini impauriti ma come adulti dal cuore puro, perché l’amore è una cosa serie e ci vuole un cuore impavido per prepararsi ad accoglierlo.

La tua SpiritualCoach®, Lucia

 

Se ti sei perso qualche articolo di Le relazioni im-Possibili li trovi ►►qui