PERDERSI PER RITROVARE SE STESSI

23 agosto 2022
perdersi per ritrovare se stessi

Ti sei perso e non sai più chi sei. È un bene questo? Lo è sempre e per tutti quando l'unico scopo che abbiamo in mente è ritrovare sé stessi, conoscersi per amare un po’ di più la vita e quelle parti di noi alle quali abbiamo rinunciato.

Ebbene sì, se osservi con attenzione potrai notare che siamo pieni di rinunce. Rinunciamo alla paura facendo finta di essere forti. Alla rabbia e alla tristezza per essere accettati. A una vita piena di cose belle realizzare e relazioni felici per essere infelici.

Tutto questo nella speranza di avere un po’ di amore e attenzioni. Ma non è un controsenso, secondo te?

Non sappiamo che così facendo rinunciamo proprio all’amore stesso. Lo mettiamo da parte. Perché l’amore e le sue declinazioni sono in vita grazie alla paura e a tutte le sue oscure sfumature.

Così è in ogni relazione

Ritrovare sé stessi è un fondamentale, la base della vita. Si passa da lì ogni volta che desideriamo far crescere qualcosa di bello in una relazione. Per questo motivo è importante raccontarsi nel modo più intimo possibile, facendo salire allo scoperto parti di noi che tenevamo segrete.

In una relazione d’amore spesso diciamo le cose quando siamo al culmine e non riusciamo più a contenerle. E come escono le parole? Cariche di risentimento, stanchezza, frustrazione e rabbia. Ancor peggio, non diciamo nulla rimuginando dentro di noi, giudicando l’altro, mettendolo da parte per cercare qualcuno a cui dare la nostra attenzione.

Storie di vita quotidiana per perdersi ancor di più e non di certo ritrovare sé stessi

Ora fantastichiamo insieme. Immagina di raccontarti mentre siete comodamente seduti sul divano di casa. Hai chiesto che ti dedicasse del tempo e insieme lo avete trovato, e siete lì uno di fronte all’altro. Vuoi che per un momento ti possa ascoltare senza giudizio, che attivi tutta la sua attenzione.

Ricorda: il tuo unico obiettivo è permettere all’altro di conoscere chi sei

Dunque racconti di te e del tuo disagio. Parli delle tue ansie, di come ti senti in una determinata situazione, cos’hai paura di perdere e come vorresti sentirti. Così facendo stai andando oltre le convenzioni, le aspettative, e man mano che parli e ascolti le tue parole, comprendi chi sei. Magicamente stai usanto la paura e le sue declinazioni per far emergere l’amore. Per te, prima di tutto.

Stai rispettando e dando valore alla sanità che tenevi chiusa a chiave nel luogo più segreto dell'Unicerso: la tua mente. E stai dando rispetto e valore alla persona con la quale condividi la vita

Non smetterò mai di ripeterlo: ritrovare sé stessi è il punto di partenza per ogni felicità in qualunque ambito della vita. Quell’amore che stai cercando, il rispetto che pretendi, la gioia e il successo che vedi negli altri e che brami per te stesso, tutto questo già ti appartiene e sta proprio a un passo accanto alle paure.

Ora sai un po’ di più come funzionano le relazioni

Ritrovare sé stessi è un misto di volontà e coraggio. Usa i momenti sereni per raccontare di te e delle tue paure. Smetti di dire o pensare: «Vorrei che tu fossi … vorrei che tu facessi … così finalmente potrei essere felice». Permetti a chi ami di raccontarsi.

La felicità ama la sincerità e la pretende

Essere sinceri significa ritrovare sé stessi, conoscersi per amare ogni parte di noi, nessuna esclusa. E se avrai bisogno di qualche strumento in più, mi trovi ►qui oppure manda una mail a luciamerico@spiritualcoach.it