SCALIAMO INSIEME LA MONTAGNA DELLA FELICITÁ?

20 novembre 2020
scaliamo insieme la montagna della felicita

Un momento dedicato al femminile e sempre utile anche al maschile, ed ho la presunzione di credere che potrebbe fare la differenza per te che stai leggendo. Ti domando quanto trovi rassicurante rimanere dove sei piuttosto che aprirti nuovi orizzonti. Forse non hai ancora l’indole dell’esploratrice e preferisci rimanere ferma nel tuo piccolo angolo di mondo a lamentarti. Conosco la storia e per questo ti dico che puoi diventare non solo esploratrice ma anche padrona della tua vita.

Ti avverto: è faticoso a volte, ma dà molte soddisfazioni!

Uno degli assurdi dell’essere umano in generale, sia al maschile che al femminile, è proprio quello di ricercare disperatamente una qualche condizione per essere felici e sereni credendo di poter rimanere rinchiusi nel loro piccolo mondo antico. Questi pigroni che dedicano buona parte del loro tempo a sparlare e a puntare il dito, dovrebbero imparare a invertire la rotta cominciando a ripulire il loro angolino infelice. Nei discorsi che fanno esistono solo dita puntate sulla vita altrui. So di cosa sto parlando e conosco anche il magrissimo risultato di una vita per lo più infelice. Superiamo l’ostacolo insieme e andiamo verso la responsabilità, una legge universale che è la base di ogni nostro cambiamento consapevole. Se vuoi essere felice è da qui che puoi cominciare!

Dialogando ancora al femminile, in questo calderone di infelicità noi donne siamo comodamente addormentate da millenni, e gli uomini insieme a noi. Non ci siamo accorte - o forse sì - chedove stiamo è tutt’altro che comodo, ma è sempre meglio dell’ignoto e dell’assumerci la responsabilità. Soprattutto qui possiamo dare la colpa a qualcosa o qualcuno per la nostra infelicità

Quanto può durare una storia di questo tipo? Se usiamo la logica, neppure un attimo. Ma si sa che le abitudini, una volta imparate, sembrano essere tutto ciò che abbiamo e invertire la rotta è sempre complicato. Eppure si può fare. Io l’ho fatto. Buona parte di chi partecipa ai retreat e corsi al femminile lo ha fatto. Ho assistito a molti processi di rinascita, spesso dolorosi: e forse questo spaventa.

Assumersi la responsabilità della propria vita è come scalare una montagna. Ci vuole determinazione, l’attrezzatura giusta e una buona guida

Mi viene in mente un bellissimo passaggio di un libro di cui non ricordo il titolo, dove c’è scritto che la percezione della Dea è al femminile tanto quanto al maschile. È svegliarsi accanto alla persona che ami, insegnare a camminare, seminare, far crescere e raccogliere, è vivere sapendo che c’è sempre qualcuno che ci ama nonostante tutto. No, non è un sogno! È una realtà che può essere tua in qualunque momento.

Non aspettare di essere obbligata a svoltare: fai qualcosa di assolutamente pazzesco prendendo in mano la tua vita! Guardati allo specchio e lì potrai vedere la sola persona che potrà renderti davvero felice. Parti da qui oggi, dichiara a te stessa che vuoi vedere la tua situazione in un altro modo e aspettati il meglio.

E se avrai bisogno di una mano, mi trovi qui  ► https://www.spiritualcoach.it/contatti

La tua Spiritualcoach, Lucia lucia-gold