MI AMO COSÌ COME SONO, TI AMO COSÌ COME SEI

8 gennaio 2021
mi amo cosi come sono ti amo cosi come sei

Qual è lo stato d’animo che ci spinge verso la ricerca: perché siamo bisognosi e crediamo di non avere o per amplificare e migliorare ciò che già abbiamo? Se parliamo di relazioni, la ricerca viene usata soprattutto perché negli altri possiamo trovare qualcosa che ancora non abbiamo riconosciuto in noi stessi. Non è una cosa brutta! Anzi, è la sola nostra grande possibilità che abbiamo per conoscere noi stessi.

Le relazioni nascono dai nostri straordinari bisogni. Non è inappropriato l’uso della parola “straordinario” di fianco a “bisogno” e ti spiego il perché secondo la mia visione

Siamo immersi in una dualità dalla quale non possiamo scappare. Per cui è inutile farlo. Cosa possiamo fare invece? Unire. Che cosa significa? Usare al meglio i nostri stati d’animo per trasformare il “negativo” in “positivo”. Ti ricordi che le vecchie macchine fotografiche col rullino? La fotografia rimaneva impressa sul negativo che, con un processo particolare, si trasformava in positivo. Lo stesso procedimento lo possiamo applicare ai nostri bisogni. Quando entriamo in una relazione immaginiamo l’altro come il nostro salvatore, colui o colei che ci trasformerà la vita. Aggrappati a questa illusione costruiamo una bellissima casa di carta fatta di bisogni reciproci che dovranno essere esauditi.

Niente di nuovo se mi segui da un po’, ma una storia che si ripete per mancanza di conoscenza. Incontro te che credo sarai il mio salvatore. Tu incontri me che forse sarò la tua salvatrice. Le nostre bisognose energie si mescolano e vengono reciprocamente scambiati. Sarò colei che ti darà ciò che chiedi e così tu mi amerai e a quel punto anch’io ti amerò. Queste sono le fondamenta della nostra casa di carta che, al primo scossone, cadrà miserabilmente.

Possiamo anche decidere diversamente. Smetto di cercare in te ciò che solo io posso darmi. Visto che l’ho riconosciuto in te, ti domando come hai fatto e a quel punto elaboro le tue informazioni e trovo il mio personalissimo modo per manifestarle. Durante la ricerca interiore e profonda arriverò a un punto dove mi renderò conto che devo smettere di cercare, perché è chiaro che solo smettendo emergerà ciò che già possiedo.

Ed eccolo qui il vero dono!

La nostra eredità naturale parte dalla perfezione che possiamo notare in ogni manifestazione su questa Terra. Gli stati d’animo sono perfetti sempre, sia che esprimano paura o amore. Se riconosciamo la perfezione come eredità naturale, la useremo con fede e fiducia in ogni scelta. Nel caso delle relazioni, gli stati d’animo devono essere ascoltati, osservati, percepiti con sempre più attenzione perché ci aiuteranno a capire dove stiamo andando. È un vero e proprio cambio di punto di vista dove i bisogni diventano amici preziosi per migliorare la nostra vita.

La fede sarà una fiducia incontrastata e insieme un riconoscimento: dove la riporremo, lì ci sarà la nostra esperienza

Nell’atto di raggiungere un obiettivo o instaurare una relazione, abbiamo effettivamente bisogno di usare strumenti e compiere azioni concrete che ci conducono verso di esso. Quello che dobbiamo sapere è che a muovere ogni nostra azione è una Volontà, una fede, una certezza che quell’obiettivo verrà realizzato.

Sembra essere di questo mondo e sotto il nostro controllo, ma in realtà è molto più antica di noi e del mondo stesso. È una memoria che attinge nel passato, viene portata nel presente per durare all’infinito. In quell’istante di magico tempo presente, arriva fino a noi il ricordo di chi siamo: e così smettiamo di cercare perché tutto ciò di cui abbiamo bisogno è già lì

Se si tratterà di una situazione difficile andrà bene perché nel trasformarla troveremo ricchezze e talenti sconosciuti. Se fosse già una bella situazione, ancora meglio perché sarà più semplice aumentarne il benessere entrando nel campo delle infinite possibili.

Margherita Porete ha scritto che chi cerca quello che ha, è perché manca di conoscenza. Il fatto è che da soli non ce la possiamo fare poiché il nostro modo di vedere il mondo sembra andare in un’unica direzione. Per arrivare alla gioia abbiamo bisogno di strumenti che possano pian piano farci comprendere, conoscere e aumentare il benessere sotto ogni aspetto. Nel caso delle relazioni lo strumento principe è l’altro che col suo modo di essere, ci fornirà più di un’occasione per migliorare la nostra vita.

Ecco, ci sono ricascata un’altra volta! Che passione per me parlare di relazioni. A tal punto che sto ristrutturando e mettendo a punto un corso da inserire nell’Academy. Quindi non smettere di seguirmi ► qui e su Facebook perché sono certa che ti piacerà un sacco.

La tua SpiritualCoach, Lucia lucia-gold