LE RELAZIONI IM-POSSIBILI E LA PAURA DI AMARE

31 gennaio 2020
le relazioni im-possibili e la paura di amare

Nonostante l’emancipazione, siamo ancora legati all’idea di un amore «quantitativo» anziché «qualitativo». È questa incomprensione che fa nascere la paura di amare che ci spinge a cercare in luoghi e dimensioni dove l’amore non può esistere. La risposta a questa ricerca è l’esilio, prima di tutto dell’amore, e poi di noi stessi.

La paura di amare è profondamente radicata nei bisogni che offuscano la possibilità di entrare in contatto con l’essenza dell’amore, che dimora nella profondità del nostro essere, e procede manifestandosi nel mondo. In nome di questi bisogni che confondiamo con l'amore, facciamo cose inenarrabili, fino allo svilimento e alla sottomissione. Chiamiamo "amore" l'accontentarsi, il sacrificio, la gelosia, il mettersi in fondo alla lista delle priorità. E quando cerchiamo di alzare la testa rivendicando un briciolo di libertà, ci sentiamo egoisti. La verità è che abbiamo paura dell'amoreperché di fatto non sappiamo di cosa si tratta.

Quando andiamo oltre la paura di amare e ci dirigiamo verso la conoscenza di noi stessi, siamo come innamorati, eccitati, e usiamo il nostro fascino per rivolgere lo sguardo un po’ più in là rispetto a ciò che vedono i nostri occhi fisici. invertiamo la rotta mettendoci al primo posto, ed ecco che il mondo cambia insieme a noi. 

STORIE DI VITA

Tempo fa chiacchierando con un’amica che sta lavorando duramente e con entusiasmo su sé stessa per innalzare il suo livello di energia e consapevolezza, mi racconta della sua scoperta: sceglie le relazioni di coppia per «ricevere calore».

Nel tempo ha sviluppato una sorta di dipendenza, che ora riconosce e dalla quale ora vuol prendere le distanze. Si accorge che la paura di amare ha pilotato la sua vita facendole credere di poter ricevere calore solo da qualcuno o qualcosa di esterno a lei, e che ogni suo atteggiamento e scelta era rivolta a questo unico scopo. La conseguenza sono state relazioni infelici che hanno avuto tutte lo stesso epilogo: lui l’ha lasciata per un’altra.

Lo scopo dell’amore è andare oltre la paura di amare per arrivare fino al centro del nostro universo interiore

Una relazione è impegno, sforzo e non certamente fatica o sacrificio. Dobbiamo guardare le barriere che abbiamo costruito intorno al nostro cuore per capire come sono fatte, se vogliamo abbandonarle insieme all’ossessione di trovare qualcuno che ci possa rendere felici.

Pensa che liberazione non rivolgerti più al partner, all’amante, ai figli, al lavoro, al denaro, alla società o al terapeuta di turno perché ti rendano felici. Non è compito loro, né sono in grado di farlo. Rivolgiti a te, alla meraviglia che sei e sii responsabile del tuo stato mentale. Comincia ora, e per sempre. Amen.

La tua SpiritualCoach®